Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
Menu principale
Orologio e Calendario
RSS

« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 10 »
Eventi culturali : Il Ciclo della Vita: tradizioni e costumi del 1800 in Sardegna
Inviato da Francesco Urru il 10/6/2008 14:39:23 (1158 letture)

Da MARILISA SADERI ricevo e volentieri pubblico, questa e-mail per consentire divulgazione all'interessante trasmissione:

Gent.mi signori,
domani, mercoledì 11 giugno alle 21:00, su Videolina
andrà in onda la puntata di LE FESTE
dal titolo "Il Ciclo della Vita".
La puntata tratterà:
- LA NASCITA;
- IL FIDANZAMENTO;
- IL MATRIMONIO;
- LA MORTE.
I 4 servizi, di 12 minuti ciascuno, sono stati
ambientati nel 1800 e parlerà delle usanze e dei riti
di quel periodo.
Vi invitiamo a seguire la puntata con preghiera di
divulgazione.
Grazie a tutti,
Marilisa



Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Commenti?
Eventi culturali : Video storico sulla panificazione tradizionale a Villaurbana on-line grazie alla Regione Sardegna
Inviato da Francesco Urru il 14/5/2008 17:35:05 (4978 letture)

Da Sebastiano e Mirella ricevo questa interessantissima segnalazione:
Video storico sulla panificazione tradizionale a Villaurbana


Questo video per chi non ne fosse a conoscenza, è un documento storico. Si tratta del video girato a Villaurbana, in occasione della storica mostra del giugno 1990 IN NOME DEL PANE tenutasi a Nuoro presso l’ISRE - Istituto superiore regionale etnografico.
Si tratta della prima documentazione visiva, dei processi panificatori della comunità. Finora presente sul portale www.Sardegnacultura.it ma solo in alcuni frammentari e parzialissimi ritagli. Ora grazie al portale www.sardegnadigitallibrary.it si può vedere in modo completo e sopratutto separato dal resto.
Sul portale basta cliccare in alto a sinistra Video e cercare Villaurbana, comparirà Panificazione tradizionale a Villaurbana (durata 21 minuti).
Lo segnaliamo al fine di contribuire ad una informazioni maggiore e qualificata della panificazione tradizionale Villaurbanese. Onde se ne abbia una rappresentazione concreta ma documentata, non solo dell’oggetto, ma anche della iniziativa che la Giunta Regionale con la Memoria Digitale della Sardegna sta conducendo.
Il valore prezioso di questo documento, coordinato dalla professoressa Enrica Delitala e dalla Professoressa Anna Lecca dell’Università di Cagliari, curato e montato nei testi da Paolo Piquereddu (Ricercatore e Direttore dell’ISRE), è nel contributo dato alla sua realizzazione dalle anziane panificatrici. La mitica zia Cadania, (Caterina Crobu), la figlia Landa, zia Peppina Meloni, zia Emilia Meloni, zia Agnese Murru, zia Luisanna Dessì. Sono loro fondamentalmente le artefici di questa rappresentazione. Dietro le quinte stanno i contributi di molti altri villaurbanesi come Agostino Garau e famiglia.
Aldilà degli aspetti in cui tutti si possono riconoscere, vorremo osservare come principalmente questo video smentisca un luogo comune della panificazione tradizionale, cioè quello che le anziane messaias non elaborassero pani eleganti. La maestria di pesai duas Kaccois contemporaneamente è un primato che appartiene a pochissime panificatrici, e forse potremo dire forse solo a zia Cadania.
Su kaccoi cun ou documentato dalle mani di zia Louisanna Dessì sembra leggendario. Su tutto quanto, emergono i gesti essenziali con cui viene pintau su pani, sollevato o capovolto dopo sa pintadura. Proverbiali esempi di un fare qualificatissimo. Nell’autorevolezza e nel modo in cui le mani esperte rispettano il pane, con cui lo modellano e lo assicurano alla bellezza ed alla eleganza di immagini epiche. Nel senso del sacro che riempie l’aria e traspare dall’attenzione per le caratteristiche di ogni singola forma. Esse parlano più di qualsiasi indagine.
Alla cura ed all’interesse di tutti quanti, appassionati e non della panificazione lo segnaliamo al fine di costruire e Dio sa quanto ce ne sia bisogno una rappresentazione, rigorosa e non meno orgogliosa dell’antica pratica panificatoria.
Sebastiano e Mirella - Amici del Museo del pane

Voto: 9.00 (6 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3603 bytes | 1 commento
Eventi culturali : 25 Aprile: La Festa della Liberazione a Corte Baccas
Inviato da Francesco Urru il 22/4/2008 14:00:00 (1112 letture)



Venerdi 25 aprile, dalle 9,30 alle 24,00
In Corte Baccas tra Santa Giusta e Oristano
c'è
La Festa della Liberazione
tanti banchetti sorridenti e colorati, con palloncini, magliette e giochini, per i più piccini...

E tanti argomenti seri e spesso tristi per i più grandi.
i bambini si divertiranno, col gioco e col sorriso, e gli adulti si confronteranno nel dibattito, si interrogheranno sul mondo e si scambieranno materiali e informazioni.
Per non dimenticare che esistono le guerre, la fame, le torture,
lo sfruttamento degli esseri umani, della natura, dei beni comuni,
I disastri ambientali, le mutazioni climatiche
e che di tutto questo tutti noi, anche in ragione del nostro (relativo) benessere, e delle nostre, e altrui, scelte politiche portiamo responsabilità.

A volte piccola a volte meno piccola.
E così, mentre "l'Italia ... ripudia la guerra"... accade che siamo in guerra, e soldati italiani uccidono e, talvolta, vengono uccisi...

E così, mentre l'Italia sostiene di rispettare i diritti umani, centinaia, migliaia di migranti affogano vicino alle nostre località di villeggiatura, senza che si muova un dito...

E così, mentre la povertà cresce anche nel nostro paese,
il governo taglia le pensioni e aumenta le spese in armamenti...

E così, mentre aumentano le malattie "da inquinamento", si scopre che i camion trasportano a Portovesme le scorie nucleari...

E così, mentre la Sardegna è stata trasformata in un'enorme paradiso per ricchi, si continua a cementificare e fare campi da golf...

Prendere consapevolezza dei problemi, interrogarsi su come anche i nostri stili di vita, i nostri comportamenti (anche apparentemente ininfluenti), le nostre scelte, pesino sulla giustizia o ingiustizia universale, su cosa possiamo fare per alleviare la sofferenza del mondo, è l'enorme lontanissimo quasi irraggiungibile obiettivo che si pone, nel suo piccolo, la Festa della Liberazione.

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Commenti?
Eventi culturali : A Melegnano si balla il "Ballo Sardo" come a Villaurbana
Inviato da Francesco Urru il 20/4/2008 15:49:10 (1259 letture)



Dal 15 Maggio anche a Melegnano si può ballare il Ballo sardo di Villaurbana, grazie a Lucio Atzei che organizza per tutti gli appassionati 4 appuntamenti come riportato nella locandina dell'avvenimento.
Ulteriori informazioni sui dettagli del corso le potete ricevere telefonando a Beatrice :328 8319198 oppure a Tiziana 02-98112085 inoltre potete sempre chiedere informazione scrivendo alla seguente e-mail:danzepopmelegnano@gmail.com.
Il sito web (al momento ancora in fase di realizzazione) è il seguente: http://www.danzepopmelegnano.it/cosafacciamo.htm

Voto: 9.00 (10 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 1951 bytes | Commenti?
Eventi culturali : “PRO IS MORIS DE IS COGAS”: Gonnoscodina 10 e 11 maggio 2008
Inviato da Francesco Urru il 16/4/2008 16:24:10 (1431 letture)



Il Comune di Gonnoscodina, la Biblioteca Comunale e l'Assessorato Servizi Sociali e cultura Organizzano:

“PRO IS MORIS DE IS COGAS”

L’iniziativa è legata alla festa nazionale della piccola grande Italia organizzata da LEGAMBIENTE sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica.
Le streghe stanno per tornare a Gonnoscodina. La Pro loco, in collaborazione con la biblioteca, l’amministrazione comunale e legambiente, sta organizzando, per il secondo anno consecutivo, il 10/11 maggio 2008, il percorso “pro is moris de is cogas”.
Una passeggiata in mezzo al verde alquanto suggestiva, che si dipanerà lungo il sentiero che sicuramente la strega Maria Zara di Gonnoscodina percorse.
Il bisogno di lasciare l’automobile per riprendere l’uso delle gambe, si concretizzerà nella ricerca di ambienti naturali, mettendo alla prova il proprio spirito di osservazione, alla scoperta delle erbe officinali care a Maria Zara.
Strega vagante di notte per compiere i suoi malefici, fu indicata, durante il processo per stregoneria, come Herbaria, che metteva in evidenza lo stretto rapporto della donna pratica di erbe e l’attività di hechiçera (strega), cioè lo stretto connubio che c’era tra la medicina popolare e la magia intessuta di antiche pratiche pagane.
A quanti vorranno percorrere l’itinerario della strega, dove saranno aiutati a riconoscere le erbe officinali da valenti esperti, conoscitori delle tradizioni popolari, raccomandiamo, prima di intraprendere l’escursione, di portarsi potenti amuleti e una corona d’aglio per scacciare le streghe che potrebbero incontrare.
Programma

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7629 bytes | Commenti?
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 10 »
Siti segnalati (link)
Scelta per voi
impressioni villaurbanesi
Realizzazione a cura di Francesco Urru © 2001-2015 Villaurbana.net: Il Portale di Villaurbana

ShinyStat