Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
Menu principale
Orologio e Calendario
Punto critico : Concorso d'idee per il Museo del Pane
Inviato da Francesco Urru il 14/12/2007 10:00:00 (2503 letture) News dello stesso autore

Nel sito Europa concorsi leggo l'avviso del concorso di idee indetto dall'Amministrazione Comunale di Villaurbana per la realizzazione dell'allestimento del Museo del Pane,
il 1° premio è di 4.000,00 Euro; 2° premio: euro 2.000,00; 3° premio: euro 1.600,00
la scadenza per la consegna degli elaborati è il 12-01-2008

Questo il bando del concorso in formato pdf

Qui sotto invece il testo del bando estratto dal file pdf


BANDO
CONCORSO DI IDEE PER L’ALLESTIMENTO
DELLA CASA MUSEALE “MUSEO DEL PANE”
Ente banditore: Comune di Villaurbana - Via Roma n. 26 – 09080 Villaurbana
Procedura: Aperta. Concorso di idee ai sensi dell’art. 108 D.Lgs 163/2006
Soggetti ammessi alla partecipazione: professionisti di cui alle lettere d), e), f), g) ed h) dell’art. 90 del D.Lgs n° 163/2006; considerato lo specifico oggetto di gara è indispensabile la presenza di un Architetto iscritto all’Ordine Professionale.
Lingua ufficiale: italiano
Responsabile del Procedimento: Geom. Antonio Pallotti
Materiale a disposizione e visite sopralluogo: i concorrenti potranno:
• prendere visione della struttura sita in Villaurbana – Via Umberto, sede del Museo del Pane previo appuntamento con il Responsabile del Procedimento;
• effettuare foto ed eventuali misurazioni,
• ottenere a proprie spese dall’Amministrazione i grafici dell’edificio presso la copisteria SBOB STUDIO – Via Brunelleschi n° 28b – 09170 Oristano – Tel. 070 216003;
• essere richiesti su supporto informatico il bando e i modelli per le richieste dichiarazioni.
ART 1. Oggetto e Scopo del concorso
L’Amministrazione Comunale di Villaurbana intende realizzare l’allestimento della casamuseo del Pane, testimonianza locale della tradizione di panificazione.
Nell’ambito di tale realizzazione dovrà trovare adeguata collocazione museografica anche la collezione archeologica pervenuta all’Amministrazione.
Il presente concorso di idee ha lo scopo di acquisire, tramite un confronto di idee e proposte tecniche, una proposta ideativa innovativa atta a promuovere l’allestimento e la valorizzazione del Museo, ed adeguata agli scopi che l’Amministrazione intende perseguire.
Finalità del concorso è quella di ottenere un progetto guida per dotare il Museo di un allestimento adeguato a valorizzare le opere in esso contenute attraverso lo studio di un percorso, la selezione di materiali, arredi, strutture di illuminazione, in modo da dare alla struttura vitalità
culturale ed aggregativa.
Le direttive fondamentali da seguire nell’elaborazione della proposta sono contenute nell’allegato A) approvato dalla Giunta Comunale con propria deliberazione n. 105 del 12.10.2007, facenti parte integrante e sostanziale del presente avviso.
ART 2. Soggetti ammessi alla partecipazione
La partecipazione è aperta a:
- professionisti di cui alle lettere d), e), f), g) ed h) dell’art. 90 del D.Lgs n° 163/2006; professionisti, cittadini italiani o di altro paese dell’Unione europea, iscritti agli Albi dei rispettivi ordini professionali e non inibiti per legge, per contratto e per provvedimento professionale all’esercizio della libera professione al momento della partecipazione al Concorso
(che si intende al momento della consegna degli elaborati);
La partecipazione può essere individuale o di gruppo (in quest’ultima ipotesi dovrà essere obbligatoriamente indicato un capogruppo, necessariamente un laureato in architettura regolarmente
iscritto all’albo professionale a pena di esclusione, delegato alla rappresentanza con l’Ente banditore).
Il professionista partecipante in forma singola al presente concorso dovrà possedere il titolo di laurea in Architettura, a pena di esclusione.
Il concorrente (singolo o gruppo) potrà avvalersi di consulenti o collaboratori con competenze specialistiche. Questi ultimi potranno anche essere privi di iscrizione ad Albi professionali, ma non dovranno versare in alcuna delle condizioni di incompatibilità specificate negli
articoli seguenti.
Nell’ambito della documentazione da produrre per la partecipazione al concorso di idee dovrà essere dichiarata la qualifica dei collaboratori e dei consulenti, nonché la natura del loro apporto.
I soggetti concorrenti dovranno fornire l’elenco completo di tutti i professionisti eventualmente associati con specificazione delle rispettive qualifiche ed i rispettivi ruoli assunti.
Uno stesso concorrente non può prendere parte a più di un gruppo, né partecipare contemporaneamente in forma singola o come appartenente ad un gruppo. Nel caso che ciò si verifichi, sia il singolo concorrente che il gruppo di appartenenza saranno esclusi dal concorso.
ART 3. Cause di incompatibilità dei partecipanti
Non possono partecipare al concorso di idee:
• Amministratori e dipendenti dell’Ente banditore, anche con contratto a termine e consulenti dello stesso Ente con contratto continuativi
• Soggetti che abbiano rapporti di lavoro dipendente, anche a tempo determinato, con Amministrazioni Pubbliche diverse dall’Ente banditore, salvo che siano titolari di specifica autorizzazione o comunque legittimati da leggi, regolamenti o contratti sindacali;
• Coloro che si trovino in una delle condizioni indicate dall’art. 13 L. 575/65;
• Membri della Commissione e loro consulenti, loro coniugi e parenti ed affini fino al III° grado compreso, nonché coloro che abbiano con questi ultimi rapporti di lavoro o di collaborazione professionale in atto al momento dello svolgimento del concorso; le condizioni di esclusione si applicano anche ad eventuali collaboratori o consulenti, l’inosservanza
comporterà l’esclusione dell’intero gruppo.
ART 4. Elaborati del concorso
I concorrenti dovranno illustrare le loro idee presentando:
• Una sintetica relazione nella quale chiariranno gli intenti del progetto, l’organizzazione degli spazi, indicazioni e valutazioni sulle scelte degli arredi e dei materiali proposti e qualsiasi informazione utile a chiarire le scelte progettuali (max 20 pagine formato A4, scritte in caratteri corpo minimo 10 e fascicolate); la relazione potrà essere organizzata
nella maniera ritenuta più idonea dal concorrente e potrà contenere grafici, fotografie, citazioni e quanto altro ritenuto utile per fornire una descrizione esaustiva della proposta progettuale.
• Tavole e planimetrie relative allo stato attuale ed alla proposta di intervento, eventualmente corredate da disegni, schizzi, fotomontaggi o quanto altro, a discrezione del concorrente, in modo da dare un riscontro immediato e leggibile dell’intervento proposto. I concorrenti
sono liberi di presentare gli elaborati nella forma ritenuta più conveniente per una adeguata esplicazione delle proprie proposte, con un massimo di 10 tavole ognuna delle quali potrà essere di formato massimo UNI A1, redatte con tecnica grafica libera;
• Stima di massima della spesa con esposte le somme a disposizione dell’Amministrazione per spese generali, I.V.A., imprevisti etc;
• Copia completa degli elaborati in CD;
La progettualità presentata dovrà rispondere ai criteri di sicurezza (riferiti sia al personale dipendente sia agli utenti esterni) previsti dalla normativa vigente.
I progetti dovranno tenere conto della possibilità di una realizzazione “a stralci”, dei quali dovrà esserne individuata la gradualità e la relativa spesa presuntiva.
In particolar modo dovrà tenersi conto della realizzazione di un primo stralcio funzionale dell’importo di € 100.000,00 comprensivo delle somme a disposizione dell’Amministrazione per spese generali, I.V.A., imprevisti etc., e comunque l’importo dell’intervento non dovrà essere
superiore ad € 480.000,00 comprensivo delle somme a disposizione della Amministrazione per spese generali, I.V.A., imprevisti etc..
Relazioni, testi e didascalie dovranno essere rese in lingua italiana.
Gli elaborati dovranno essere prodotti in forma anonima e senza segni di identificazione, scritti o stampati, pena inammissibilità e conseguente esclusione dal concorso.
ART 5. Consegna e modalità di presentazione degli elaborati e della documentazione concorsuale
Gli elaborati dovranno pervenire improrogabilmente al protocollo generale del Comune di Villaurbana in Via Roma n. 24 – 09080 Villaurbana, entro le ore 12 del giorno 12.01.2008,
potrà essere utilizzato il servizio postale ovvero corriere ovvero consegnata a mano.
Il recapito del plico contenente la richiesta documentazione è a totale carico del concorrente.
Il plico suddetto deve contenere:
a) Una busta sigillata nella quale il concorrente dovrà inserire esclusivamente gli elaborati progettuali indicati nell’articolo 4, redatti in forma anonima e senza segni di identificazione.
b) Una busta sigillata non trasparente, nella quale, a pena di esclusione, il concorrente dovrà inserire:
1) una dichiarazione (Mod. A – Mod. B) resa ai sensi del D.P.R. 445/2000 contenente:
a) Generalità complete del partecipante, indirizzo, telefono, fax, e-mail;
b) Indicazione dell’Ordine professionale di appartenenza e relativo numero ed anno di iscrizione;
c) Dichiarazione del concorrente circa l’inesistenza delle cause di incompatibilità indicate nel precedente art. 3;
d) Dichiarazione di non aver in corso procedimenti penali né condanne ;
e) Dichiarazione di non essere sospeso dall’Albo di appartenenza;
f) di non trovarsi in alcuna delle condizioni di esclusione dall'art. 10 della Legge 575/1965 e s.m. e i. (normativa antimafia) e che non sussistono a proprio carico procedure in corso,
dirette o indirette, per l'applicazione di una delle misure di prevenzione della criminalità di cui alla Legge 1423/1956;
g) Dichiarazione di aver preso visione del bando e di accettarlo integralmente ed incondizionatamente;
h) Dichiarazione di aver eseguito sopralluogo sui luoghi oggetto dell’intervento;
i) Di non essere inadempiente nei confronti dell'Amministrazione Comunale di Villaurbana né di altre p.a.
j) Di non avere rapporti con Enti e/o Terzi che implichino incompatibilità con l’esercizio della libera professione;
k) Di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al D.Lgs n° 193/2003 che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.
l) Di essere in regola con la tassa di iscrizione all’Ordine professionale;
m) Di impegnarsi a comunicare ogni variazione che dovesse subire nel tempo lo stato di quanto precedentemente dichiarato;
n) Indicazione di eventuali consulenti e collaboratori con la specificazione della rispettiva qualifica e natura della consulenza o collaborazione;
o) Che è delegato a svolgere le funzioni di capogruppo ed a rappresentare in tutte le fasi del procedimento il Sig. ______________________
p) Di prestare servizio presso _________________________ e pertanto dichiara di essere in possesso dell’autorizzazione del proprio ente di appartenenza a partecipare al concorso di idee, o riferimenti normativi o contrattuali che rendono possibile detta partecipazione
q) Copia del documento di identità in corso di validità;
r) Per i professionisti iscritti all’Albo: eventuale esperienze nel settore;
s) In caso di gruppo: dichiarazione di designazione del capogruppo (sottoscritta da tutti i membri) delegato a rappresentare il gruppo nei rapporti con l’Ente banditore;
t) Per le società specializzate: Dichiarazione in merito alla concreta esperienza nel settore della progettazione di musei o di attrattive turistiche culturali o nella realizzazione di studi di fattibilità per attrattive turistiche culturali museografiche;
u) Per i dipendenti di Amministrazioni Pubbliche:
􀂃 Dichiarazione di essere in possesso dell’autorizzazione del proprio ente di appartenenza a partecipare al concorso di idee o riferimenti normativi o contrattuali che rendono possibile detta partecipazione.
2) Curriculum realizzato esclusivamente secondo gli allegati G ed H del D.Lgs 554/99, che dovrà essere autocertificato ai sensi e per gli effetti del D.gs 445/2000; detto curriculum dovrà riferirsi all’ultimo decennio, precedente alla pubblicazione del bando, e riguardare opere in cui siano ricompresse la classe Id e Ie cosi come classificate all’art. 14 della L. n° 143/49 e ss.mm.ii.. Il concorrente potrà inoltre allegare il proprio curriculum generale in forma libera su fogli formato A4 rilegati in fascicolo.
In caso di partecipazione al concorso in gruppo, dovrà essere allegata dichiarazione secondo il modello fornito dall’Amministrazione, oltre che dal capogruppo, anche da tutti i componenti il gruppo; gli eventuali consulenti e collaboratori relativamente alle sole voci a) c) d) di cui all’art. 5 del Bando, e corredata/e dalla copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità firmata in originale dal titolare.
Sia il plico, che le buste sigillate poste all’interno dello stesso, non dovranno contenere nessuna indicazione sulle generalità del mittente ed essere prive di segni di identificazione, scritti o stampati, e dovrà deve essere indicato all’esterno, sia del plico che delle buste sigillate poste all’interno dello stesso, esclusivamente quanto sotto riportato, pena inammissibilità e conseguente esclusione dal concorso
AL
COMUNE DI VILLAURBANA
Via Roma, n. 26
09080 Villaurbana
CONCORSO DI IDEE PER L’ALLESTIMENTO DELLA CASA MUSEALE
“MUSEO DEL PANE”
Per mantenere l’anonimato del plico, anche nel caso di consegna a mezzo Poste, dovrà inoltre
essere indicato, quale mittente, il seguente indirizzo:
COMUNE DI VILLAURBANA – Via Roma n° 26 – 09080 VILLAURBANA
ART 6. Composizione della Commissione giudicatrice
La Commissione giudicatrice è composta da 5 componenti, tutti con uguale diritto di voto,
come segue:
___________________________________________ - con funzioni di Presidente
___________________________________________ - con funzioni di componente
___________________________________________ - con funzioni di componente
___________________________________________ - con funzioni di componente
___________________________________________ - con funzioni di componente
Le funzioni di segretario, senza diritto di voto, saranno svolte da un dipendente del Comune.
I commissari diversi dal Presidente non devono aver svolto né possono svolgere alcuna funzione o incarico tecnico o amministrativo relativamente alla procedura di cui trattasi.
Le decisioni della Commissione sono definitive ed insindacabili.
ART 7. Lavori della Commissione
La Commissione, provvederà, in via preliminare, alla definizione dei criteri di valutazione con attribuzione dei rispettivi pesi relativi da attribuire ai diversi aspetti elencati al successivo art. 8; individuerà altresì, eventualmente, dei sub-criteri ai fini di agevolare l’attribuzione del punteggio numerico.
Quindi dopo aver verbalizzato i criteri assunti, provvederà ad aprire i plichi pervenuti avendo cura di verbalizzare ogni operazione e verificare la corrispondenza formale dei plichi stessi ai requisiti previsti nel bando.
Successivamente passerà ad esaminare gli elaborati progettuali, anche eventualmente in più sedute, attribuendo alle idee progettuali il punteggio relativo. Con una sintetica relazione conclusiva la Commissione illustrerà le motivazioni alla base delle valutazioni prodotte e della scelta effettuata.
Solo al termine di tale procedura sarà effettuata l’apertura delle buste sigillate contenenti le generalità dei concorrenti e la conseguente verifica dei documenti e delle incompatibilità.
Al termine delle verifiche sarà stilata e pubblicata la graduatoria definitiva.
In caso di esclusione di un concorrente a seguito della verifica documentale, ad esso subentrerà il primo concorrente che lo segue in graduatoria.
Ogni fase della procederà sarà accuratamente verbalizzata e i verbali dovranno essere sottoscritti da tutti i componenti la Commissione.
ART 8. Criteri di valutazione
Le idee progettuali devono rispondere alla direttive di massima di cui all’allegato A) al presente avviso. Tale conformità, soggetta all’insindacabile giudizio della Commissione, costituisce il presupposto iniziale ed imprescindibile per l’ammissibilità delle proposte. Le proposte
ritenute inammissibili saranno escluse dal concorso.
Inoltre, per la valutazione delle stesse, la Commissione terrà conto:
- delle ideazioni progettuali proposte,
- della soluzione estetica;
- della migliore funzionalità degli allestimenti proposti;
- della capacità di sviluppo di un percorso all’interno del museo, che tenga conto della sistemazione degli spazi, dei materiali e dei reperti presenti;
- dell’originalità creativa in relazione ai vincoli imposti dalle preesistenze;
- della fattibilità tecnico-economica;
- del migliore impiego dei materiali;
- delle ideazioni progettuali proposte, individuando eventualmente sottocriteri ai fini di agevolare l’attribuzione del punteggio numerico.
Il punteggio massimo attribuibile è pari a 100/100
Risulterà vincitore il candidato che avrà ottenuto il punteggio più alto, purché non inferiore a 70/100.
ART 9. Esito ed effetti del concorso e premi
Il concorso si concluderà, sulla base della graduatoria definitiva formulata , con la assegnazione di n. 3 premi:
1. al concorrente vincitore sarà attribuito un premio di: € 4.000,00 (quattromila/00)
2. al concorrente risultato secondo classificato sarà attribuito un premio di: € 2.000,00 (duemila/00)
3. al concorrente risultato terzo classificato sarà attribuito un premio di: € 1.600,00 (milleseicento/00)
I risultati ufficiali saranno comunicati per iscritto a tutti i concorrenti, e pubblicati con le stesse modalità di pubblicazione del presente bando.
La commissione può decidere di non procedere all’assegnazione di tutti o alcuni dei premi a disposizione, qualora gli elaborati presentati non risultino meritevoli. I premi eventualmente non assegnati resteranno nella disponibilità dell’Ente banditore.
L’Amministrazione Comunale, si riserva la facoltà di conferire, con procedura negoziata e senza ulteriore bando, al vincitore del concorso di idee, l’incarico professionale relativo alla realizzazione dei successivi livelli di progettazione e di direzione lavori ai sensi del D.Lgs n° 163/2006
Nel caso il concorrente risultato vincitore non accettasse l’incarico professionale ovvero ne restasse escluso per qualsiasi ragione, resta in facoltà dell’Amministrazione far subentrare il concorrente secondo classificato alla condizione essenziale che siano rispettate tutte le condizioni di cui al presente bando.
ART 10. Utilizzazione degli elaborati
L’idea premiata è acquisita in proprietà dall’Amministrazione Comunale.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di non realizzare il progetto o di realizzarlo solo in parte, o di apportare le modifiche e le varianti che riterrà opportune.
Il Comune di Villaurbana si riserva di organizzare una mostra delle idee progettuali presentate e /o pubblicare gli elaborati, citandone gli autori.
La partecipazione al concorso vale quale autorizzazione all’esposizione dei progetti ed alle relative pubblicazioni senza oneri per gli autori e senza che a questi debba essere corrisposto alcun compenso.
Non è prevista restituzione degli elaborati.
Il vincitore è tenuto a partecipare ad eventuali incontri o riunioni organizzate dalla Amministrazione Comunale per la presentazione del progetto.
ART 11. Obbligo di non diffusione dei progetti
I concorrenti assumono l’obbligo, pena esclusione dal concorso, di non pubblicare i progetti-proposta presentati al concorso prima che la commissione giudicatrice abbia espresso e reso pubblico il proprio giudizio con la pubblicazione della graduatoria definitiva.
ART 12. Trattamento dati personali
Ai fini della tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, di cui al D.Lgs. 30.06.2003, N° 196, si informa che :
a. le finalità e le modalità del trattamento cui sono destinati i dati riguardano esclusivamente l'espletamento della gara in oggetto e alla successiva stipula contrattuale;
b. il conferimento dei dati ha natura obbligatoria, nel senso che il concorrente, se intende partecipare alla presente gara, deve rendere la documentazione richiesta dall'Amministrazione aggiudicatrice in base alla vigente normativa;
c. la conseguenza di un eventuale rifiuto di rispondere consiste nell'esclusione dalla gara o nella decadenza dall'aggiudicazione;
d. i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono:
• il personale interno dell'ente implicato nel procedimento;
• i concorrenti che partecipano alla seduta pubblica di gara;
• ogni altro soggetto che abbia interesse ai sensi della legge 7 agosto 1990 n. 241 e s.m.i.;
• altri soggetti della pubblica amministrazione;
• i diritti spettanti all'interessato sono quelli di cui al D.Lgs. 30.06.2003, n° 196, cui si rinvia;
• soggetto attivo della raccolta dei dati è l'amministrazione aggiudicatrice.
ART 13. Pubblicazione e forme di pubblicità dell’avviso
Il presente avviso pubblico sarà reso noto attraverso affissione all’Albo Pretorio dell’Ente, nonché per estratto, sul sito internet delle seguenti riviste: Telemat - Agenzia Fabbris - Punto
appalti – Infoplus, invio agli ordini professionali provinciali.
Villaurbana, lì 23.10.2007
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
(Geom. Antonio Pallotti)

Restiamo in attesa dell'esito finale del concorso

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news -
Files allegati: museo.pdf 


Altre news
6/3/2020 21:40:03 - Radio Team 2000: ogni giorno intorno al mondo con voi
5/12/2019 18:00:00 - Mercatini Natalizi a Villaurbana: Domenica 8 Dicembre 2019
9/7/2019 14:10:00 -
8/9/2017 12:00:00 - Radio Team 2000 la web radio di Villaurbana!
8/10/2016 19:39:01 - 17 Ottobre alle ore 16,30: incontro informativo su come evitare le possibili truffe agli anziani.

 
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Siti segnalati (link)
Scelta per voi
Piazzetta Sinis
Realizzazione a cura di Francesco Urru © 2001-2019 Villaurbana.net: Il Portale di Villaurbana

ShinyStat