Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
Menu principale
Orologio e Calendario
Punto critico : "Is Taccalus" di Villaurbana e altri spropositi sul pane tipico di Villaurbana
Inviato da Francesco Urru il 6/3/2009 22:24:57 (1500 letture) News dello stesso autore

scorrendo le pagine di Sardegna Turismo si scopre che il paese di Villaurbana è molto conosciuto per la produzione vitivinicola e per la sua gastronomia, caratterizzata dal tipico e rinomato piatto de "Is Taccalus", ossia le starne.
Avete capito bene le starne!

io penso di non aver mai visto una starna cucinata a "IS TACCALUS" a Villaurbana e voi?
Ecco invece la vera ricetta delle TACCULAS
TACCULAS

Ingredienti:
8 tordi o merli
rami di mirto fresco
sale abbondante

Si spennano e si bruciacchiano delicatamente gli uccellini senza sventrarli. Si mettono quindi in una pentola con acqua e rametti di mirto. Appena sono cotti si scolano e si cospargono abbondantemente di sale. Infine gli uccellini si compongono a mazzi, infilandoli con la testina in un ramoscello di mirto. Otto uccellini formano la Taccula. Anziché infilarli, possono essere anche sistemati direttamente fra i rami di mirto. Prima di consumarli bisogna lasciare passare qualche ora per assorbire l'aroma. Di questi uccellini si mangia tutto, eccettuati becco e stomaco. In effetti essi si cibano di mirto ed infatti venivano preparati proprio nel periodo in cui il mirto dava il frutto. Da quando è stata vietata l'uccellagione si ripiega sulle quaglie in vendita nei mercati. Superfluo sottolineare che il gusto è notevolmente diverso e le interiora vanno eliminate prima della cottura.



Ma le cose più divertenti e paradossali arrivano direttamente dal portale delle Città del pane dove si scopre nella scheda tecnica del pane di Villaurbana che :
I pani a pasta dura hanno forme più elaborate degli altri e sono riccamente decorati e lucidati mediante rapida immersione nell'acqua bollente.Forma e decorazione sono fatte manualmente con il solo ausilio di coltelli e forbicine, o servendosi dell'unghia del pollice.
Il pane,a seconda della forma e dell'uso rituale,prende nomi diversi:"lada puida",a pagnotta circolare;"pe' e boi" quando la parte superiore riproduce i buoi;"pippiedda", destinato ai bambini, ecc.
I pani speciali sardi richiedono particolari abilità e conoscenze: dall'impastamento alla lievitazione e al calore del forno.
Avete mai visto i buoi riprodotti sulla parte superiore del pane tipico di Villaurbana?
Io mai ........purtroppo questo e altro circola, non su siti amatoriali realizzati da privati, ma su pagine realizzate con i soldi pubblici e destinate a promuovere cultura, tradizioni e prodotti tipici del nostro paese.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news -


Altre news
9/7/2019 14:10:00 - Cosa c'è di nuovo a Villaurbana
8/5/2018 21:01:21 - Mercoledì 09/05/2018 alle ore 19:30
2/2/2018 17:00:59 - Mercoledì 07/02/2018 alle ore 19:30
22/10/2017 14:32:56 - Ventesima Sagra del Pane a Villaurbana: 27, 28 e 29 Ottobre 2017 - Il Programma Ufficiale
8/9/2017 12:00:00 - Radio Team 2000 la web radio di Villaurbana!

 
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Siti segnalati (link)
Scelta per voi
Pranu e s'arutta
Realizzazione a cura di Francesco Urru © 2001-2015 Villaurbana.net: Il Portale di Villaurbana

ShinyStat