Villaurbana.net
(Il Portale di Villaurbana)
Chi era Antioco Zucca


1870 - Il 21 Ottobre nasce a Villaurbana (Oristano), in una famiglia di ricchi proprietari.

1879 - Viene bocciato in quarta elementare, ad Oristano.
1882 - Frequenta, sempre ad Oristano, il Ginnasio comunale "De Castro". In seconda viene rimandato.
1885 - Nella sessione autunnale della quarta ginnasiale viene respinto.
1890 - Consegue il diploma di maturitÓ al Liceo "Dettori" di Cagliari.
1891 - Si iscrive a Lettere, a Bologna. Conosce GiosuŔ Carducci.
1893 - Prima stesura de L'uomo e l'infinito, poema e dialogo filosofici.
1894 - Prima edizione de L'uomo e l'infinito. Si trasferisce a Roma.
1895 - Seconda edizione de L'uomo e l'infinito.
1896 - Si laurea in Lettere. Riceve un premio dal Ministero della Pubblica Istruzione per la sua prima opera.
1897 - Insegna, per tre anni consecutivi, materie letterarie nel Ginnasio comunale di Santu Lussurgiu.
1898 - Pubblica Il Lamento del Genio, poemetto satirico contro la scuola antropologica di Cesare Lombroso.
1900 - Viaggio a Parigi. Incontra il poeta-filosofo Sully Prudhomme, premio Nobel nel 1901.
1902 - Si laurea in Filosofia, a Roma, con il prof. Giacomo Barzelloti.
1904 - Viene escluso dal concorso per l'immissione in ruolo dei docenti dei Ginnasi statali. 'Campagna di stampa' a suo favore:   nasce il "caso Zucca".
1905 - Si trasferisce a Chiari (Brescia), dove insegna nella locale scuola tecnica.
1908 - Collabora a "Coenobium", rivista d'ispirazione mistica che ospita una breve sintesi de L'uomo e l'infinito.
1909 - Esce il canto poetico, Dopo il dolore, scritto in polemica con l'idea della "vendetta divina" sostenuta in ambienti ecclesiastici dopo il terremoto di Messina e Reggio Calabria (1906).
1910 - L'editore Formiggini stampa Il Grande Enigma, una riproposizione della sua teoria materialistica.
1911 - Dopo aver conosciuto il filosofo Bernardino Varisco, collabora alla "Rivista di Filosofia", che ospita i suoi saggi.
1912 - Il 28 Novembre viene presentato ad Amburgo, sede della Lega Monista, Il Grande Enigma.
1918 - Insegna a Roma, presso l'Istituto tecnico "Vincenzo Gioberti".
1919 - A Roma conosce personalmente Grazia Deledda, con cui ebbe vent'anni prima una breve corrispondenza epistolare.
1920 - Riceve l'invito a fare il rappresentante italiano della Lega Monista, ma non accetta l'incarico.
1921 - Pubblica l'opuscolo RobertoArdig˛ e il Vescovo di Mantova, in difesa dell'atteggiamento laico del filosofo positivista. Milita nel circolo anticlericale "Giordano Bruno".
1924 - Segue l'attivitÓ dell' Association Internationale Biocosmique, sorta a Parigi da un ristretto gruppo di scienziati atei e sostenitori della "solidarietÓ" tra tutti gli esseri viventi.
1931 - Partecipa alle riunioni della SocietÓ Romana di Filosofia, di cui Ŕ cassiere. In quest'ambito conosce Pantaleo Carabellese e probabilmente Giovanni Gentile. La rivista letteraria "Sardegna", diretta da Sebastiano Pirodda, pubblica i suoi articoli su I Promessi Sposi.
1937 - La casa editrice Cedam stampa I rapporti tra l'individuo e l'universo, la sua opera pi¨ organica e sistematica.
1938 - Si conclude la sua carriera d'insegnante, per raggiunti limiti d'etÓ, e fa rientro in Sardegna, a Villaurbana.
1939 - Riceve la visita del poeta AntiocoCasula ("Montanaru"), occasione di un breve scambio di rime.
1947 - Scrive (sino al '59) sulla rivista "Il Pensiero Nazionale".
I suoi articoli sono improntati ad una strenua difesa del suo "laicismo".
1948 - Aderisce al Fronte Popolare e partecipa ai suoi comizi, ad Oristano e Sassari.
1955 - L'accademia di studi superiori "Phoenix" di Bari lo premia con la laurea "honoris causa" in Psicologia.
1960 - Il 6 Maggio muore d'infarto, a Villaurbana.